Chi Siamo (Italie­nisch)

Aboli­zione delle sanzioni in ‚Hartz IV’

La Agenda 2010 e la conse­guente “normativa Hartz” riguardano a tutti noi diret­tamente o indiret­tamente per la povertà e la priva­zione dei diritti civili che né derivano.

Chiediamo la aboli­zione di sanzioni incos­ti­tu­zionali (nº 31 e 32 SGBll) che violano i diritti umani. L’Agenda 2010, e in parti­colare la normativa Harz, affetta non solo a 10 milioni di vittime: per la sua forte pressione sull’impiego e per le tasse, distrugge tutti.

I disoc­cupati saranno costretti a fare lavori precari e corsi di forma­zione inutili con conse­guenze serie per la loro soprav­vi­venza. Con paghe misere, le offerte di lavoro insicure e temporali sosti­tui­ranno il lavoro ben pagato.

Politi­ca­mente l’espansione prevista del settore a bassa retri­bu­zione sarà esportata nel resto d’Europa. La Germania sta costrin­gendo le nazioni come il Porto­gallo, la Spagna o la Grecia alla riten­zione dello stipendio. Germania racco­manda il modello di espor­ta­zione Hartz IV a tutta l’Europa.

Vogliamo abolire Hartz IV (“moderno tipo di servizio per il mercato del lavoro”)
Chiediamo il diritto al reddito minimo senza condi­zioni!